Social Media Marketing e calendario editoriale

Social Media Marketing e calendario editoriale: 15 idee per i tuoi post

Condivisioni

Social Media Marketing. Sai perché il termine marketing affianca l’espressione social media? Perché il social media marketing implica, appunto, quell’insieme di strategie e di tattiche di vendita e di comunicazione con cui i brand si attivano sul mercato per acquisire nuovi clienti, fidelizzare quelli conquistati e, così, accrescere i profitti. Bene, quando parliamo di gestione dei social network parliamo di marketing, dunque, di gestione del brand (branding) e di comunicazione. Nulla che possa essere affidato all’improvvisazione o al fai-da-te. Questo, ormai, dovrebbe esser chiaro quasi da quando Gutenberg inventò la stampa a caratteri mobili. Se così non è, ti consiglio di leggere:

Ora sei pronto per continuare la lettura di questo post.

Introduzione al Social Calendario Editoriale

Ipotizziamo che hai già superato la fase di analisi del mercato, di ascolto del target, hai studiato approfonditamente il brand, la sua identità, i suoi core values, la sua mission, la sua vision. Hai sviluppato la tua Swot Analysis, hai individuato i punti di forza e di debolezza, le opportunità e le minacce per il tuo brand, hai ben chiaro l’obiettivo della sua presenza in Rete e sui Social Network in particolare e sai bene qual è l’immagine percepita all’esterno (in questo post puoi approfondire tutti questi aspetti). Ok, il quadro è chiaro.

Ora sei pronto per elaborare la tua strategia! E, si sa, una buona strategia di certo non può prescindere da un buon calendario editoriale, che come ho scritto nel caso del blog

è come un navigatore che ti indica la strada che devi percorrere per giungere a destinazione e che, in caso di lavori in corso o imbocchi sbagliati, ricalcola il percorso in tempi rapidi. Il piano editoriale è la tua strategia per ottimizzare le pubblicazioni.

Il calendario editoriale ti consente di ottimizzare e di sfruttare al meglio tutte le risorse (in termini di tempo, di denaro e di competenze) che impieghi per gestire i tuoi social network. Ora la domanda è: cosa puoi pubblicare sui tuoi canali social per essere coinvolgente e interessante? Per far sì che la tua strategia funzioni? Scopriamolo insieme.

15 idee per la tua Social Media Strategy

La tua Social Media Strategy ha bisogno di contenuti studiati, efficaci, coinvolgenti, interessanti. Cosa pubblicare, quindi? Che tipo di post? Come incuriosire i fan e invogliarli a interagire? Come non annoiarli? Come renderti importante per loro? Di seguito ti suggerisco un po’ di idee per sviluppare il calendario editoriale dei tuoi social network.

Prima leggi: Social Network: i 5 errori che non devi commettere.

Ecco 15 idee per i contenuti della tua Social Media Strategy:

#1. Link che promuovono le news del tuo brand

Dedica una sezione del tuo sito web alle news del tuo brand e promuovi ogni nuova notizia sui tuoi canali social, di tanto in tanto ripescando anche quelle più datate. Questo è un modo per raccontare il tuo brand e per avvicinare i tuoi fan, facendoli sentire parte della storia, coinvolgendoli ed emozionandoli con le tue avventure, i traguardi raggiunti, i premi ottenuti.

Tip –> La soluzione migliore è quella di gestire un tuo blog in cui, oltre a raccontare la tua attività, puoi affrontare anche tutte le tematiche legate al tuo settore, ai prodotti o servizi che offri, dimostrandoti attento alle esigenze dei tuoi lettori/clienti e divenendo per loro punto di riferimento imprescindibile.

#2. Immagini o citazioni che ispirano il tuo business

Posta immagini, quotes, foto, che raccontano quali principi, quali valori, quali obiettivi ispirano il tuo business e le tue attività quotidiane. Può trattarsi di pensieri tuoi o di citazioni, motivazionali oppure umoristiche. L’importante è che siano coerenti con la tua identità, che dicano qualcosa di te e del tuo brand.

Ti consiglio di leggere: Come rendere uniche le tue immagini: gli strumenti del mestiere.

Tip –> Oltre alle immagini, sai quali formati piacciono particolarmente ai tuoi fan? I meme e le gif. Includile nella tua strategia di social media marketing e otterrai ottimi risultati in termini di engagement.

#3. Offerte speciali, sconti, promozioni riservate ai tuoi fan

Sfrutta la leva psicologica dell’unicità, quel meccanismo inconscio capace di far agire, di innescare una reazione. Nel caso di uno sconto, di una promozione, di un’offerta riservata, i tuoi follower si sentiranno speciali e, in segno di ringraziamento, potranno decidere di accettare il tuo invito. Se poi con il tuo messaggio promozionale agisci anche sulla leva della scarsità (ad esempio il prodotto è disponibile in quantità limitata o per un periodo di tempo limitato), sarà ancora più probabile che i tuoi fan reagiranno come tu desideri.

#4. Pubblica video

I video hanno un forte potere attrattivo nei confronti dei tuoi fan. Puoi pubblicare video dei tuoi prodotti, che fanno vedere come sono realizzati, con quali materie prime, con quali accorgimenti. Puoi postare dei video-tutorial, che raccontano come usare il tuo prodotto/servizio, cosa fare in casi particolari, come sfruttarne a pieno le potenzialità. Puoi pubblicare anche video-istruzioni, che spiegano ad esempio come si usa il tuo prodotto o quella specifica funzionalità del tuo servizio.

#5. Link alla pagina prodotto, alla squeeze page, alla landing page

A seconda dell’obiettivo che vuoi raggiungere, sui tuoi social network puoi pubblicare il link che rimanda ad una specifica pagina-prodotto, ad una squeeze page (pagina web che serve per raccogliere informazioni di contatto) o ad una landing page appositamente progettatta per incoraggiare un’azione (l’acquisto, l’iscrizione alla newsletter e via dicendo).

#6. Condividi la discussione di un gruppo di settore

In una community social hai intercettato una conversazione di tuo interesse? Bene, commenta e poi condividila sui tuoi profili social. Dopo torna sul gruppo e invita i membri a dire la loro anche sui tuoi canali. Così facendo otterrai visibilità presso un pubblico potenzialmente interessato ai tuoi prodotti/servizi (quello del gruppo di settore), stimolerai la discussione attorno al tuo brand, faciliterai l’engagement e solleciterai l’interesse dei tuoi fan attorno ad uno specifico argomento.

Ti consiglio di leggere: Le 13 regole d’oro del Comment Marketing [La guida].

#7. Quiz o sondaggi riguardo gli interessi dei tuoi fan

Promuovere quiz o sondaggi sui tuoi social network e invitare i tuoi fan a partecipare ha un duplice vantaggio:

    • ti permette di conoscere meglio il tuo pubblico e di adeguare la tua strategia di Social Media Marketing in relazione alle loro esigenze e ai loro gusti,
    • ti consente di favorire l’engagement, la conversazione, il dialogo, la partecipazione attiva.

Visto questo post? Quasi 500 commenti. L’obiettivo, naturalmente, era quello di stimolare la conversazione e la partecipazione.

#8. Condividi post dei tuoi colleghi

Collaborazione e condivisione, sono questi i principi base del Social Media Marketing. La regola? Condividere sempre contenuti che siano concretamente interessanti per i tuoi fan.

Ti consiglio di leggere: La solitudine dei Brand Primi.

Prima di continuare a leggere i miei consigli, ti va di iscriverti alla mia newsletter? Mi piace definirla anti-spam: nulla di invasivo, un solo racconto al mese.

 

#9. Condividi Tip

I tip sono consigli, suggerimenti, idee immediate e di grande utilità per i tuoi fan. Devono riguardare il tuo business, gli usi del tuo prodotto o servizio, le sue qualità e le opportunità che offrono.

#10. Lancia una sfida ai tuoi fan

Lancia una simpatica sfida ai tuoi fan e incoraggiali a partecipare. Vendi pasta? Puoi sfidarli a preparare la miglior pasta che abbiano mai cucinato e a postare poi la loro foto dimostrativa sui social. Se impostate e promosse nel modo giusto, le sfide stimolano la partecipazione dei fan e la condivisione dei contenuti da loro prodotti (UGC, User Generated Content), che faranno diventare virale la tua iniziativa.

Tip –> Identifica la sfida con un hashtag ideato per l’occasione. Esatto, uno dei pochi casi in cui questo benedetto e abusato hashtag è importantissimo perché ti permette di monitorare tutti i contenuti prodotti dai tuoi fan e di ottenere visibilità e riconoscimento.

#11. Premia e promuovi “Il Fan della settimana”

Anche questa è una piccola sfida, un riconoscimento che stimola la partecipazione dei tuoi e la voglia di condividere la gioia della vittoria. A giovarne sarà anche il senso di appartenenza al brand.

Ti consiglio di leggere: La Relazione, un Amore di Inbound Marketing (e non solo).

#12. Sostieni una causa sociale

Sostenere una causa sociale avrà importanti risvolti positivi sulla tua brand reputation. Se ti dimostrerai un brand attento al sociale, a ricompensarti saranno la stima e il rispetto dei tuoi clienti o dei tuoi potenziali clienti.

#13. Racconta il lato umano del tuo brand

Posta foto di te, della tua azienda, dei tuoi dipendenti, ma anche dei tuoi momenti di relax, magari assieme ai tuoi amici o ai tuoi familiari. Tutto questo avvicinerà il brand ai suoi fan, abbatterà le distanze, le resistenze e le formalità.

#14. Collega i tuoi canali social tra di loro

Una strategia di Social Media Marketing funziona se i profili social parlano linguaggi diversi e adeguati a ciascun canale ma anche coerenti tra di loro. Mettili in comunicazione, perciò. Ad esempio, sulla tua Fan Page puoi postare un pin o una foto di Instagram, con un tweet puoi rimandare ad un post del tuo profilo Facebook e via dicendo.

#15. Mai sottovalutare le sponsorizzazioni a pagamento

Le sponsorizzazioni a pagamento sono la benzina del motore della tua social media strategy, come dimostrano anche le recenti novità introdotte da Facebook, nuovi formati, nuove soluzioni a pagamento per aiutare i brand a incrementare le vendite e ad avere visibilità. Se vuoi ottenere risultati concreti devi investire.

Ti consiglio di leggere: Facebook ADS: come scrivere un’inserzione efficace.

Raccontami la tua

Una social media strategy che voglia raggiungere gli obiettivi per cui è stata pensata deve necessariamente affidarsi ad un calendario editoriale studiato e ben programmato. In questo post ti ho suggerito le mie 15 idee per arricchire il tuo social piano editoriale. Ora ti va di raccontarmi i tuoi suggerimenti nei commenti? Quali altri tipi di post è utile promuovuore sui social network?

Condivisioni

Informazioni su Ludovica

Capello riccio un po’ selvaggio, nata con in mano una biro da battaglia più che con un’elegante stilo. Amo colorare con le parole vuoti spazi bianchi.

15 commenti

  1. Super esaustiva come sempre. Grande Ludo.
    Io aggiungerei, per dare ancora una maggior ritualità al calendario, rubriche varie (io ho optato, ironicamente per #HashtagDaIncubo, con piccole grafiche che fan sorridere, tanto per sdrammatizzare). Insomma, altra cosa che può aumentare il coinvolgimento degli utenti (ah! ma è successo pure a me…) e dare un appuntamento fisso.

    Sei sempre una certezza, tu con i tuoi post precisi e dettagliati.

    Un bacione Ludo!

    1. Ciao Ale,
      leggerti è sempre tanto tanto piacevole e interessante.

      La tua idea riserva ad una Social Media Strategy molteplici vantaggi in un colpo solo:
      – diverte e, si sa, sorridere è sempre piacevole,
      – da’ un appuntamento fisso ai fan, che così sono invogliati a ricordare e si ricorderanno più facilmente di te,
      – puntano sull’immedesimazione, così che i fan possano sentirsi compresi e parte di una famiglia.

      Grazie. Ottima postilla al post. Non avevo dubbi! 🙂

      Baci

  2. Cara Ludovica, bellissimo post. Mi hai chiesto il sedicesimo… la mia innata modestia non mi consente, soprattutto per i risultati che ho nella nostra pagina fb (facebook.com/moto39sas) di dare consigli che possano essere aggiuntivi ai tuoi. Tuttavia una piccola considerazione la faccio ed anzi ti chiedo la tua opinione in merito a ciò. (he he mi provochi e mo’ me leggi…)
    Da quando gestisco pagine totalmente diverse (sono veterinaria ed aiuto colleghi in questo) ho notato che le note, all’interno delle loro pagine fanno faville (11.000 visualizzazioni in una settimana con centinaia di condivisioni pagine piccole con un migliaio di like, non cose stratosferiche intendiamoci, mica sono delle multinazionali…)
    Io penso che non siano risultati malvagi.
    Il successo penso sia dovuto al messaggio (Importanza, rilevanza, urgenza) e l’immagine che ha avuto, secondo me il 50 % di peso nel successo. Sarebbe bello creare un case study su questo, almeno interessante, perché voi socialmediamarketer (non è una critica per carità) tendete a non considerare quasi mai la comunicazione dei “sanitari” in generale (non i gabinetti..he he ma i medici) argomento trattato davvero pochissimo e di cui invece c’è (per fortuna o forse no… dipende dai punti di vista) molto bisogno.
    Sono poche le strutture che hanno siti strutturati in modo valido e con comunicazione efficace. (Forse anche per la mancanza di tempo che questi professionisti hanno e per la difficoltà che potreste avere voi webwriters a trattare certi argomenti, senza la dovuta preparazione scientifica.)
    Facebook, in questo senso (parlo dei veterinari ma penso sia lo stesso anche per i medici umani) è un mezzo potentissimo, forse più che in altri ambiti, perché la salute è argomento molto “emozionale, empatico, stimolante?”
    Ecco non sono una professionista, per cui la mia è una impressione, ma mi piacerebbe sapere la vostra. Alessandra compresa ovviamente, visto che seguo sempre anche lei…
    Scusa per la lunghezza e buona giornata

    1. Ciao Silvia,
      credo tu abbia ragione e credo si tratti di settori che riservano grandissime possibilità di sviluppo.
      L’attenzione per la salute, come quella per gli animali, per l’ambiente ed anche per le cause sociali si fa sempre più insistente e diffusa.
      I social media marketer che per primi si specializzeranno in questi ambiti hanno grandi opportunità. E mi pare che qualcosa cominci a smuoversi.

      Io personalmente fino ad ora non ho voluto specializzarmi in un settore specifico per diverse ragioni, ma ci penso già da un po’. Staremo a vedere! 🙂

      Ti ringrazio per l’importante spunto di riflessione. Hai affrontato una questione molto interessante.

  3. Prima di adottarti, ti faccio i miei complimenti Ludovica perché anche questo è un super post con un concentrato di consigli ed esperienze davvero notevoli. Brava, sono super d’accordo con Alessandra! Devo lavorare su azioni più coinvolgenti per LessIsSexy! Ah, si accettano consigli! Baci, baci, baci 🙂

    1. Ciao Gloria! 🙂

      Ti ringrazio molto.
      Forse un’idea potrebbe esser quella di far raccontare ai fan di #LessIsSexy cos’è per loro la sostenibilità e cosa il benessere, invitandoli a inviarti foto da condividere con la comunità e con un hashtag che identifichi la storia. Cosa ne pensi?

  4. Ciao Ludovica,

    Io sono un neofita del Social Network Marketing quindi probabilmente quello che vado a dire non si incastra bene con la social media strategy. Condivido in pieno il tuo post solo che secondo il mio parere manca una cosa fondamentale. Il prendersi cura del proprio cliente. Puoi fare bene tutto quello che ho appena letto nella tua strategia ma se poi la tua customers care è fredda e distaccata il cliente si allontana.
    Tu cosa ne pensi?
    Un saluto
    Bulgari Davide

    1. Ciao Davide,
      credo che le strategie di Customer Care siano un filone complementare e parallelo, che deve integrarsi alla perfezione nella social media strategy. Non ne ho parlato in questo post per questo motivo: il customer care necessita di una strategia appositamente studiata, proprio perché fondamentale sia per la social media strategy sia per la brand reputation.
      Tu come la vedi? 🙂

      Ludovica

      1. Venendo da una realtà lavorativa come il Turismo il Customer care è molto importante e deve avere una propria strategia per funzionare e non lasciare il cliente in balia dei problemi.
        Se si riesce a coniugare la Customer satisfaction con il Brand building hai molte possibilità che il tuo cliente rimanga soddisfatto e che si ricordi di te.

        1. Sì, credo che oggi il Social Customer Care e l’integrazione nelle strategie di gestione del brand sia fondamentale in tutti i settori. Il punto è che i clienti acquistano le esperienze che il brand offre loro, prima ancora che i prodotti o i servizi.

Rispondi

La tua mail non sarà pubblicataI campi richiesti sono contrassegnati *

*

code