Gruppi sui Social

Gruppi sui Social: a cosa ti servono e come trarne vantaggio [+Infografica]

Condivisioni

Ricordi quando da bambino c’era in ballo quel bel trofeo d’oro (sì, immaginario!) e tu, piccolo e con i sogni vivi e accesi, eri lì pronto a dar tutto pur di conquistarlo? Eri pieno di passione, di entusiasmo, di voglia di fare e sapevi che sulla tua squadra avresti sempre potuto contare. Loro erano lì per te. Insieme a te.

Ecco, è un po’ questo che rende speciali i gruppi sui social: il legame forte che si instaura tra le persone che vi prendono parte. Un legame costruito sulla forza della fiducia e sulla certezza dell’affetto, un legame che vive nell’interesse comune per qualcuno o qualcosa e che si sedimenta nella voglia di percorrere insieme la medesima strada. Per raggiungere uniti la prossima tappa.

Ecco, quindi, i 4 elementi fondamentali dei gruppi Social:

  • fiducia;
  • affetto;
  • dono e sostegno reciproci;
  • presenza di un interesse comune.

Cosa sono i gruppi Social?

I gruppi sono una comunità di persone riunite attorno ad un interesse comune. Si tratta di network tematizzati, quindi, che raccolgono persone che sono realmente interessate agli argomenti di cui il gruppo discute, hanno voglia di condividere, di partecipare, di discutere, di dire la propria. Ed anche di aiutate gli altri membri del gruppo.

Con il passare del tempo e con le quotidiane occasioni di dialogo, gli appartenenti al gruppo saranno legati da una relazione stabile e duratura sia tra di loro sia nei confronti del brand-interesse che lo ha creato e lo gestisce (presumibilmente).

Condivisione partecipata. E’ questa l’anima dei gruppi sui social, la linfa vitale di cui anche tu devi nutrirti. Per quali ragioni? Te lo spiego subito!

Quali vantaggi ti riservano i gruppi sui Social?

Frequentare i gruppi sui Social (o crearne uno tuo, se ne hai il tempo e la giusta consapevolezza), è molto importante per la tua attività di blogging o di vendita di prodotti/servizi. Un brand deve risvolgersi ad un gruppo perché:

#1. Il gruppo ti permette di raggiungere un target già selezionato

Le persone che popolano un gruppo hanno volontariamente deciso di iscriversi e di partecipare alla vita della community perché interessate a quel che avviene, alle informazioni che qui vengono scambiate, alle novità che riguardano il loro interesse. Insomma, parlando ai membri di un gruppo sai già che ti stai rivolgendo a persone che hanno voglia di ascoltare quel che hai loro da dire. Nessuno spreco di risorse né di tempo e nessun fastidio, sempre che tu non assuma un atteggiamento spammoso. Ma di questo parleremo dopo.

N. B. Capita spesso di essere inseriti in gruppi di cui ci importa nulla e un senso di fastidio ci pervade. Solitamente, in questi casi, quel che facciamo è cancellare immediatamente l’iscrizione al gruppo in questione. e’ anche per questo che il meccanismo di autoselezione funziona.

#2. Il gruppo è l’ambiente ideale per farti conoscere

All’interno di un gruppo hai grande possibilità di lavorare sulla tua visibilità (brand awareness) e di farti conoscere. Immagina il gruppo come un megafono capace di amplificare i tuoi messaggi. Proprio così, e per 2 ragioni:

  • nei gruppi la predisposizione all’ascolto e al dialogo è molto più forte che altrove nel web;
  • se lavorerei con onestà, professionalità e con una giusta strategia, con buona probabilità i membri del gruppo diventeranno gli starnutitori virali del tuo messaggio (per dirla alla Godin). Sai cosa significa questo per te? Promozione gratuita e disinteressata, capace di raggiungere e di convincere un numero potenzialmente infinito di persone.

#3. Il gruppo è il luogo in cui puoi farti apprezzare come professionista

Aiutando i membri del gruppo a risolvere i loro problemi, raccontando la tua esperienza, condividendo la tua conoscenza, potrai affermarti come un professionista serio e affidabile nel tuo settore, capace di fornire le giuste soluzioni a un problema concreto e reale. Insomma, un brand-persona di cui fidarsi. Persona, sottolineo.

#4. Il gruppo è l’ambiente ideale per costruire relazioni solide e durature

Il gruppo è un po’ come la tua casa, accogliente, protettiva. Uno spazio tuo, in cui sentirti a tuo agio, esprimerti liberamente, informarti, ma anche divertirti e sentirti libero di chiedere, di sbagliare, di essere te stesso. Ecco perché il gruppo è il luogo ideale per costruire quelle preziose relazioni capaci di durare nel tempo, salde e durature. Il tuo oro colato. Perché?

Ti conglio di leggere: La Relazione: un Amore di Inbound Marketing [E non solo].

Qui troverai tutto quel che ti serve sapere sull’importanza fondamentale che la relazione ha per il tuo brand.

Tip –> Se sei il gestore di un gruppo o di una community fa’ molta attenzione al pericolo routine che può subentrare subito dopo la fase iniziale di entusiasmo e di curiosità per la novità. Devi tenere vivo l’interesse, coinvolgere le persone una ad una, ideare stratagemmi per invogliare la partecipazione e la condivisione e per combattere la noia e la monotonia che potrebbero minare il tuo gruppo.

Ed ora ti va di fare una cosetta per me? Prima di continuare a scoprire di più sull’utilità dei gruppi e di capire come sfruttarli al meglio, ti va di iscriverti alla mia newsletter? E’ un’amica comprensiva e lungimirante, busserà alla tua porta solo una volta al mese, con tanti utili consigli e pratici suggerimenti. 🙂

 

 

Come individuare i gruppi di tuo interesse?

Di tempo ne hai poco. Devi ottimizzarlo. Questo vuol dire che non puoi permetterti di dedicare minuti preziosi, professionalità, cura e competenza a un gruppo che non è proficuo per te né per la tua attività. Come fare per capire se un gruppo è in grado di offrirti i vantaggi concreti di cui ti ho parlato prima?

C’è una strategia che puoi e che devi mettere in pratica:

#1. Ricerca e seleziona

Utilizza i motori di ricerca interno ai social e cerca il gruppo di tuo interesse. Usa hashtag, interessi vicini, sbircia le attività delle persone che hanno il tuo medesimo interesse. Dopo di che, seleziona i gruppi che potrebbero essere di tuo interesse.

#2. Osserva

Osserva l’attività del gruppo e il comportamento dei suoi membri. È un gruppo attivo? È un gruppo che interagisce e condivide? I membri partecipano con propositività alle attività del gruppo? Se la risposta a tutte queste domande è sì, vale la pena passare alla fase successiva.

#3. Partecipa

Ora è giunto il momento di partecipare tu stesso alle attività del gruppo. In questo modo riuscirai a capire ancor meglio chi sono i suoi membri e se possono essere interessati al tuo messaggio o al tuo prodotto/servizio. Rientrano nel tuo target?

#4. Valuta

Adesso hai a disposizione tutto gli elementi per valutare se è il caso di continuare a partecipare attivamente alla quotidianità del gruppo. In caso contrario, ti converrà salutare i membri, scusarti e cancellare la tua iscrizione, spiegando che non saresti un membro capace di apportare valore aggiunto al gruppo. Le persone capiranno e apprezzeranno.

#5. Organizza i gruppi in liste

In relazione agli interessi o ad altre variabili, quali target, topic, obiettivi (scegli tu), organizza in liste i diversi gruppi su cui hai deciso di concentrare la tua attenzione. Così sarà più agevole tenerli sott’occhio e gestire le tue attività di partecipazione.

Gruppi sui Social

La netiquette per partecipare correttamente alla vita di un gruppo e trarne vantaggio

Come puoi partecipare alla vita di un gruppo rispettando i suoi membri e, allo stesso tempo, traendo vataggio per il tuo brand e la tua attività? Te lo spiego ora. Pronto ad appuntarti questi suggerimenti?

#1. Conosci le regole del gruppo

Ogni gruppo presente sui Social ha la sua policy, un insieme di regole che devi conoscere e rispettare per non mancare di rispetto a nessuno e non urtare la sensibilità degli amministratori o dei membri del gruppo.

Un consiglio in più

Qualche giorno fa mi è capitato di aver postato il link di un mio blog post in un gruppo Facebook in cui la netiquette diceva espressamente di farne prima richiesta ad uno degli amministratori. Avevo letto la policy del gruppo un po’ di tempo prima e, non avendo come abitudine quella di postare i miei articoli, non ricordavo della precisa regola del gruppo. Mi sono scusata, certo, ma avrei potuto e dovuto evitare di farlo. Cosa voglio dirti con questo? Se segui e partecipi a molti gruppi, prima di compiere un’azione, rileggi attentamente la policy. Qualche regola potrebbe sempre sfuggirti!

#2. Partecipa in prima persona alla vita del gruppo

Se vuoi trarre vantaggi concreti dal gruppo, devi partecipare attivamente e in prima persona. Devi mostrarti, metterti in gioco, raccontarti ed esporti. Senza esagerazioni eccessive e fuori luogo.

Ti consiglio di leggere: Come e perché parlare (efficacemente) con i tuoi lettori clienti.

#3. Aiuta i membri del gruppo

Il sostegno reciproco è principio fondamentale di ogni gruppo social. Offri il tuo aiuto e sarai ricompensato dall’affetto e dalla stima dei membri del gruppo. E quando sarai tu a chiedere aiuto, vedrai che avrai una squadra pronta a sostenerti e aiutarti!

Ti consiglio di leggere: Le 13 regole d’oro del Comment Marketing [La Guida].

#4. Dona

Il dono è ricompensa. Donare qualcosa alle persone suscita gratitudine e riconoscenza, sentimenti positivi che ti riserveranno una lauta ricompensa. Perciò, dona il tuo sapere, la tua conoscenza e la tua competenza al gruppo. A tua volta riceverai tanti bellissimi regali. Quello presso Banca del Dono è il miglior investimento che puoi fare!

Ti consiglio di leggere: Blogging come l’Arte di Amare.

#5. Condividi sempre e solo risorse utili

Condividere esclusivamente risorse utili è un modo per mostrare il tuo interesse e per dimostrare il tuo rispetto ai membri del gruppo. Quel che tu stai loro donando è valore aggiunto, un modo per trarre un vantaggio dal tempo e dall’attenzione che dedicano al tuo messaggio. Non tradirli.

Ti consiglio di leggere: Content Marketing – Come scrivere un contenuto di valore in 15 step [+Infografica].

#6. Introduci i link ai tuoi blog post

Vuoi pubblicare il tuo blog post nel gruppo perché ritieni possa essere una risorsa utile per i suoi membri? Le regole del gruppo te lo consentono? Bene, procedi, questa è per te una grande opportunità! Ricorda però di non assumere un atteggiamento spammoso o presto sarai bannato dal gruppo. Inoltre, buona regola è introdurre il blog post con un tuo commento che spieghi il motivo per cui lo posti. Perché credi possa essere di interesse per la community?

#7. Intavola discussioni di interesse per la comunità

Il gruppo è luogo di dialogo e di confronto. Poni un quesito, chiedi il parere dei suoi membri, intavola discussioni che possono essere di interesse comune e che possono raccontare qualcosa di utile a tutti gli appartenenti al gruppo. Il confronto è il miglior modo per crescere. Insieme.

#8. Chiedi aiuto

Hai bisogno di una mano da parte dei membri del gruppo? Chiedi esplicitamente aiuto! Se in passato avrai donato, come ti suggerivo di fare, saranno ben lieti di ricambiare la tua premura e saranno felici di sentirsi per te utili e, nel loro piccolo, importanti. Ma c’è anche un altro risvolto positivo. Sostenerti rinsalderá il legame che hanno costruito con te. E tu con loro.

#9. Rispetta sempre tutti

Questo è il principio di base di qualsiasi rapporto. Il rispetto. Sii sempre educato, non molestare nessuno con comportamenti spammosi e non urtare la sensibilità degli appartenenti al gruppo. Sii delicato e abbi buon senso. Sempre.

Raccontami la tua

Ed ora è il tuo momento! Nella tua strategia di Web Warketing prendi in considerazione l’attività di partecipazione sui gruppi social? Perché sì? O perché no?

Condivisioni

Informazioni su Ludovica

Capello riccio un po’ selvaggio, nata con in mano una biro da battaglia più che con un’elegante stilo. Amo colorare con le parole vuoti spazi bianchi.

1 commento

Rispondi

La tua mail non sarà pubblicataI campi richiesti sono contrassegnati *

*

code