Blog post

Blog post del passato: 9 strategie per (ri)utilizzarli

Condivisioni

Finire indisturbati nel dimenticatoio non piace proprio a nessuno, tantomeno ad un post che è stato scritto con impegno, competenze, amore e passione dal suo blogger-genitore. Una parte di te (professionale ma anche personale) è nero su bianco sul tuo adorato blog e proprio non vorresti che tanti vecchi post finissero lì abbandonati, tristi e soli!

Ricordare, è questa allora la tua parola d’ordine! Ma ti dirò qualcosina in più. Recuperando le mie reminiscenze liceali, il verbo ricordare deriva dal latino re-, indietro, e cor, cuore, ovvero richiamare in cuore, dove secondo i latini riside la memoria.

E proprio tu hai il compito di richiamare alla memoria e nel cuore dei tuoi lettori quel qualcosa di te che in passato hai donato loro. Come fare? Hai a disposizione molti modi per rendere ancora vivi, sempre interessanti e attuali i tuoi vecchi post.

Blogging Strategy: perchè recuperare un vecchio post?

Non sottovalutare l’importanza di ricordare ai tuoi lettori un post che hai scritto in passato. Si tratta di una strategia che ti aiuta a sedimentare nella memoria di chi ti legge una tua riflessione, una tua idea, un tuo consiglio e, così, a facilitare il ricordo di te-professionista. Inoltre, riprendere un articolo più volte nel corso del tempo (senza esagerare, ovvio) conferisce importanza a quello che hai scritto. Ma c’è di più: conducendo il lettore in un racconto avvincente, lo coinvolgi in una trama in cui ogni piccolo tassello diventa rilevante e fondamentale, così favorendo la sua fidelizzazione e la sua affezione nei tuoi confronti.

Ed ora veniamo al punto! Quali strategie di blogging e di Social Media Marketing utilizzare per recuperare un vecchio post? Di seguito troverai quelle che io trovo utili ed efficaci. Eccole!

#1. Autocitati

Stai scrivendo un nuovo post o un guest post? Nel tuo discorso cita un tuo vecchio articolo o una parte di esso. Fa bene alla link building ma anche alla memoria del lettore!

#2. Un post del passato come punto di partenza

Puoi utilizzare un post che hai scritto in passato per crearne uno nuovo, assumendolo come base di partenza per una nuova riflessione, per approfondire un argomento o per svilupparne uno attiguo e/o complementare.

#3. Aggiorna un vecchio post

Lo sai, nel Web l’aggiornamento è a portata di secondo, per cui dietro l’angolo puoi trovare sempre una buona occasione per aggiornare un vecchio post.

#4. Ricorda un old post sui social

Sfrutta qualche particolare occasione o ricorrenza per riprendere un tuo post del passato o, semplicemente, ricordalo ai tuoi lettori aggiungendovi un commento e precisando che si tratta di un vecchio articolo. Io, ad esempio, di solito riporto la dicitura [Old Post] all’inizio oppure alla fine del commento con cui accompagno la condivisione.

#5. Cita un vecchio post in un Retweet

Da quando Twitter permette di aggiungere un commento ad un Retweet puoi dire la tua a proposito dell’argomento in questione e aggiungerci un tuo link, magari sfruttando l’occasione proprio per ricordare quel che hai sostenuto in un tuo vecchio articolo.

#6. Comment Marketing

Stai commentando il post di un blog, dici la tua in qualche discussione nata sui social o nei forum o nei gruppi per gli addetti ai lavori? Riporta in virgolettato quel che hai scritto nel tuo vecchio post oppure citalo linkandolo.

#7. Suggerimenti al termine di un post

Alla fine del tuo post puoi suggerire alcune letture per approfondire l’argomento, come ho fatto io in questo articolo sotto il paragrafo Ti consiglio di leggere, e puoi anche inserire un plug-in che ricordi ai tuoi lettori gli argomenti simili. E’ quello che al termine di questo post troverai sotto la voce Potrebbero interessarti anche.

#8. Crea un’infografica personalizzata

Scegli un tema specifico, una riflessione, riunisci tutte le soluzioni che offri ad un problema in un’infografica personalizzata. Quali strumenti usare? Te lo suggerisco nel post Costruisci un’infografica efficace e accattivante.

#9. E-book alternativo

Di e-book ormai ne è pieno il Web e la maggior parte di questi, sebbene scaricati, giacciono inutilmente sui nostri desktop quando non nei nostri cestini. Ecco perchè ho pensato ad un’interessante alternativa: guarda un po’ cosa ho fatto in questo post! Visto? Ho pensato ad un e-book alternativo, capace di fornirnti un filo conduttore all’interno del mio blog e di guidarti in un viaggio alla scoperta di argomenti specifici e di tuo interesse, ripescando proprio i post che avevo scritto in passato.

Raccontami la tua

Ora lascio spazio ai tuoi personali suggerimenti. Pensi che ricordare un vecchio post possa avere i suoi vantaggi per la tua Blogging Strategy? E quali tecniche utilizzi per recuperare un old post?

Condivisioni

Informazioni su Ludovica

Capello riccio un po’ selvaggio, nata con in mano una biro da battaglia più che con un’elegante stilo. Amo colorare con le parole vuoti spazi bianchi.

9 commenti

  1. Ciao, sempre molto interessante e, soprattutto, chiaro. Il problema di ogni mio repost è che rileggendoli devo fare un lavoro di taglio e semplificazione, perché a un anno (il prossimo mese) dall’apertura del mio blog, mi rendo conto che il linguaggio all’inizio era troppo didattico, ora invece un po’ più blog-oriented. Eppure è vero che ogni post ha una piccola parte del tuo essere, io li amo tutti….troppo narcisista?
    Buona giornata e a presto.
    P.S. Visto che è andato tutto bene a Libreville? D’altronde, non poteva essere altrimenti con un trio-bomba come voi. Ciao

    1. Ciao Stefano! 🙂

      Più che di problmea parlerei di una nuova e fondamentale consapevolezza da parte tua: la semplicità nel blogging è un grande valore aggiunto.
      E nessun narcisismo: quando scrivi con passione e consapevolezza ogni post ha tanto di te! 🙂

      Libreville? Esperienza fantastica e sì, è andata meglio di quanto sperassi. Stupendo! 🙂
      Ti ringrazio per il pensiero ed anche per la tua riflessione.

      Ciao,
      Ludovica

  2. Ciao Ludovica,
    un’ottima analisi come sempre, non avevo mai pensato a queste strategie tutte insieme! ^_^
    In effetti, anni di blogging alle spalle possono servire anche a produrre nuovi materiali, sia per avere basi di partenza che segnalando l’evoluzione di un fenomeno (es. “un anno fa scrissi un post su come promuoversi sui social media; oggi, consiglio invece quest’altro…”); inoltre citare vecchi post, oltre ad ampliare le conoscenze del lettore, contribuisce a migliorare la rete di link interni, con conseguenti benefici di navigazione per gli utenti…

    1. Ciao Ilario! 🙂

      Esatto, adottare queste tecniche di recupero dei vecchi post è utile per il blogger, per il blog ed anche per il lettore. Un beneficio comune da valorizzare.
      Grazie per aver aggiunto il tuo contributo e la tua esperienza e grazie per il complimento! 🙂

    1. Ciao Gloria! 🙂

      Riesci sempre a cogliere in profondità il senso delle mie riflessioni. Lo sia, per me è il blogging è vita e qui nel mio fare blogging c’è il mio personale e intimo modo di vivere.
      Grazie di cuore. 🙂

      Ti abbraccio!

Rispondi

La tua mail non sarà pubblicataI campi richiesti sono contrassegnati *

*