Web Marketing freelance

Ehi freelance, vuoi conquistare nuovi clienti?

Condivisioni

Tardo pomeriggio di fine ottobre, sono in macchina con mia sorella per le vie del mio bel paese (in provincia di Lecce, da lì non s’è mosso!). Serata uggiosa, chiacchiero con la “piccola” delle sue avventure da liceale esaurita, un po’ seriamente e un po’ con piacevole ironia, quando, ad un tratto, taaaccc! La mitica palettina dei carabinieri è lì a svolazzare nell’aria, tutta per me!

Non so perché, ma i posti di blocco mi agitano sempre un po’, anche quando so di avere tutto in regola. Ed, infatti, le cinture di sicurezza sono allacciate, l’assicurazione e il bollo sono ok, la patente è in borsa. Tutto apposto, penso io…se non fosse che il grazioso cruscotto della macchina, proprio lì dove c’erano tutti i documenti di cui il carabiniere aveva bisogno, ha deciso di non aprirsi. Qualcosa si è incastrato e niente, lui si ribella!

A quel punto, anche abbastanza incredula, spazientita e pure divertita, affido il compito a mia sorella. Mentre lei tenta di aprirlo, il carabiniere comincia il suo interrogatorio: mi chiede di dove sia, quanti anni abbia e cosa faccio nella vita. Eh, penso io, ora vaglielo a spiegare! Però sono anche molto incuriosita dalla sua possibile reazione. E allora: sono una Web Writer, una Blogger freelance e mi occupo di Web Marketing. Ok, l’ho colto di sorpresa, è senza parole, perplesso e mi guarda con aria interrogativa. E allora io comincio, vado di parole, tanto mia sorella ancora ne ha per le lunghe lì, alle prese con il cruscotto. Comincio a spiegargli cosa faccio praticamente, a cosa servono realmente le figure professionali come le mie, gli parlo del mio blog e lui è attento, coinvolto, al punto tale che vuole saperne di più!

Beh, mentre mia sorella è ancora a combattere la sua triste e perdente battaglia contro il cruscotto, il carabiniere mi racconta brevemente della sua attività di affitto di case vacanza e poi, beh, poi mi sorprende quando mi dice di essere interessato alla creazione di un sito web ottimizzato, alla gestione di un blog e di un profilo su Facebook (di Google Plus non ne ha mai neppure sentito parlare!). Fatto sta, cari i miei amici, che gli lascio il mio bigliettino da visita e vado via col ribelle cruscotto ancora ben sigillato!

Due giorni dopo ricevo una telefonata: sa ho visitato il suo blog e ho letto alcuni dei suoi post. Si chiamano così, vero? Quando possiamo incontrarci?

 

Cosa ti insegna questa storia?

#1. Ogni situazione può diventare quella giusta per vendere la tua professione

Già, vendere la tua professione! Fino a qualche tempo fa di sicuro non avrei scelto di utilizzare questo termine, ma poi l’Andre mi avrebbe subito bacchettato! 🙂 Ed ha ragione, siamo qui per vendere la nostra professione e dare prova della nostra professionalità. E per cosa altro, sennò?

A tal proposito, ti consiglio di leggere questo post, Vendiamo?, un manuale di vendita riassunto in un articolo.

#2. Lunga vita al blog

Visto cos’è successo col carabiniere? L’ho incuriosito di persona con il mio racconto, ma poi il mio blog gli ha fornito quella spinta in più, quel motivo valido per contattarmi. Il blog lo ha convinto! Lui è stato la prova della mia professionalità, del mio stile, della mia creatività.

Hai già letto il mio post Perché fare Personal Branding con il blog?

#3. Non uscire mai di casa senza il tuo bigliettino da visita

Sì, ok, il tuo ambiente è il web, ma non lasciarti cogliere impreparato! I tuoi clienti puoi conquistarli ovunque, online ed offline, ed anche quando meno te lo aspetti. Combatti su tutti i fronti e il tuo impegno sarà ripagato con una indimenticabile vittoria, te lo assicuro! 🙂

 

Raccontami la tua

Ora tocca a te raccontare la tua storia! Ti è mai capitato di conquistare un cliente in una situazione particolare e, magari, anche un po’ grottesca? Sei riuscito a concludere la vendita?

 

Condivisioni

Informazioni su Ludovica

Capello riccio un po’ selvaggio, nata con in mano una biro da battaglia più che con un’elegante stilo. Amo colorare con le parole vuoti spazi bianchi.

9 commenti

Rispondi

La tua mail non sarà pubblicataI campi richiesti sono contrassegnati *

*

code