profilo Instagram

Come costruire il profilo Instagram [La Guida + la Check-List]

Condivisioni

Ci sono due verità che ancora troppo spesso sottovalutiamo. La prima è che non poter fare affidamento su una presenza studiata e attiva sui Social Media è oggi un danno più prepotente di quel che crediamo.
La seconda verità è che, a gran sorpresa, negli ultimi tempi Instagram ha rivelato la sua potenza dilagante, contando più di un miliardo di utenti attivi e aumentando concretamente le vendite dei business online.
Cosa implica questo per te? Vuol dire che ora devi costruire un buon profilo Instagram.

Ma quando un profilo Instagram è buono? Quando riesce ad essere personale e personalizzato, quando risulta efficace, coinvolgente, attraente e in grado di convertire, ovvero di permetterti di raggiungere l’obiettivo che ti sei prefisso. A partire da te e dal tuo brand, devi pianificare strategicamente e aggiornare costantemente il tuo profilo Instagram in modo che racconti chi sei, promuova la tua offerta, ti assicuri visibilità e affezioni le persone.
Come fare? Qui ho scritto per te una guida densa di utili suggerimenti.
Siediti comodo, ora cominciamo.

Come costruire un buon profilo Instagram

Di seguito 13 linee guida per costruire un profilo Instagram efficace.

#1. Profilo pubblico o profilo privato?

Che tipo di profilo preferire? Pubblico o privato?
Ci sono due differenti strategie a riguardo. C’è chi chiude il proprio profilo, così da rendere accessibili e visibili i contenuti postati esclusivamente ai follower, così da favorirne l’incremento (perché seguire l’account è l’unico modo per vedere i post), e chi lascia il profilo pubblico, quindi fruibile da chiunque.
In alcuni (pochi) casi la prima strategia si è rivelata utile all’aumento del numero dei follower, ma la vera potenza di Instagram sta nell’enorme visibilità che assicura.

A te interessa di più poter contare su un certo numero di follower del tuo profilo o è più conveniente che i tuoi post e le tue storie siano visti dalla maggior parte possibile delle persone?

#2. Inserisci tutte le informazioni che ti descrivono

Un’attenzione fondamentale devi riservarla alla costruzione base del tuo profilo Instagram, ovvero alle preziose informazioni riguardanti nome, username, informazioni di contatto, descrizione e foto profilo.
Tutte queste notizie sono fondamentali per tre ragioni:

  • ti consentono di identificarti facilmente,
  • ti permettono di favorire il riconoscimento e il ricordo del tuo brand,
  • ti consentono di comunicare con immediatezza ed efficacia chi sei e cosa fai.

Cosa devi fare, dunque?

  • Nella fase di registrazione, scegli il nome del tuo brand come username;
  • utilizza il tuo logo come foto profilo;
  • nella descrizione includi l’URL del tuo sito web o, se preferisci, della tua pagina Facebook o ancora il link di Google Map, in modo che ti renderai immediatamente trovabile;
  • nella sezione Biografia descrivi brevemente e con originalità chi sei e cosa fai. Hai a disposizione 150 caratteri per dire e dare il meglio di te;
  • collega il tuo profilo Instagram alla tua Fan Page di Facebook;
  • se hai deciso di optare per un profilo business, scegli la giusta categoria che ti descriva;
  • inserisci le informazioni di contatto, così da essere facilmente reperibile (indirizzo email, numero di telefono, indirizzo dell’azienda) e sta’ attento che siano corrette e sempre aggiornate;
  • se hai un profilo business, aggiungi un pulsante di Call To Action (ad esempio Fissa un appuntamento).

 

#3. Contenuti visivi: la tua strategia comincia da qui

Perché le persone dovrebbero seguirti su Instagram?
Perché fornisci loro contenuti che sono particolarmente attraenti e dotati di personalità, contenuti che sono utili e informativi o, ancora, contenuti creativi.
Quel che è molto importante è che, prima di cominciare a postare, tu decida lo stile delle tue foto e un unico principio su cui basare la parte visual di creazione dei tuoi post. È poi fondamentale che questi ti fungano da linee guida che dovrai seguire sempre e con coerenza.
Un esempio può essere il principio cromatico, come l’utilizzo di foto dai colori caldi o l’impiego costante di un tipo di colore (blu, rosa, nero, ecc), che deve essere preponderante nella tua gallery.
Insomma, la tua grid (la griglia del tuo profilo) deve raccontare di te già al primo sguardo.

Per riuscire ad essere attraente e interessante dal punto di vista visivo devi, quindi, soffermarti prima di cominciare l’attività di posting e devi pianificare attentamente e strategicamente i contenuti che intendi condividere, come e quando.
Questo aspetto è molto importate per quattro ragioni:

  • comunica con immediatezza la tua personalità agli utenti;
  • ti rende facilmente distinguibile e memorizzabile;
  • incuriosisce e attrae gli utenti;
  • induce le persone a fare una panoramica della tua intera gallery, prima ancora che a soffermarsi sulla singola foto, creando una coinvolgente esperienza visiva fin dal primo momento.

4. Let’s Copy! [Non ti scordar di me]

Tante volte trascurato, il copy che accompagna la foto o il video su Instagram è una sorta di didascalia descrittiva preziosa per spiegare qualcosa di te, per raccontare un avvenimento particolare, per comunicare un pensiero, per farti conoscere, per suscitare curiosità, per invogliare a compiere un’azione.

Quel che conta è che il contenuto testuale che scegli di postare, lo stile di scrittura, il tono di voce e il linguaggio, tutto deve essere coerente sia alla tua brand identity sia al mezzo di comunicazione (non scordare mai che il medium è il messaggio, come sosteneva Marshall McLuhan) sia all’immagine o al video postato. Anche qui, prima di ogni cosa, devi cominciare da un’efficace e attenta strategia di copywriting.

Anche su Instagram, medium visivo per eccellenza, comunicare in modo efficace significa saper trasmettere un messaggio incisivo ed efficace e con le immagini e con le parole.


Per approfondire leggi: Digital Business Writing: la scrittura professionale per il business [La guida].


 

Ecco a te la check-list da scaricare, condividere e utilizzare per non scordare le linee guida che devi seguire per costruire un buon profilo Instagram.

 

Come costruire il profilo Instagram

 

#5. Tag e localizzazione

Tagga le persone o i brand (in questo caso si parla di co-branding) presenti nelle tue foto e localizza i posti in cui le hai scattate, questo ti aiuterà a favorire le interazioni sul tuo post.
La localizzazione, in particolare, è molto utile poiché renderà il tuo contenuto visibile a tutti gli utenti che cliccheranno o cercheranno quel determinato luogo. Questo accorgimento è prezioso soprattutto per le attività locali.

#6. Usa efficacemente gli hashtag. Sì, ma come?

Gli hashtag su Instagram sono molto utili per massimizzare la copertura dei post.
Innanzitutto, è fondamentale che crei un hashtag che identifichi univocamente il tuo brand ed è quello che non potrà mancare nelle foto che posti, nelle storie e negli eventi che crei.

E poi? Quali altri hashtag utilizzare?
Dipende dall’obiettivo che intendi raggiungere: se vuoi farti trovare esclusivamente da persone realmente interessate a ciò che fai, devi scegliere gli hashtag secondo un criterio di settorialità; se, invece, vuoi aumentare il numero dei tuoi followers puoi mixare agli hashtag più forti nel tuo settore quelli più utilizzati dagli utenti di Instagram. Certo, considera sempre che si stratta di hashtag particolarmente utilizzati, quindi il tuo post avrà un’elevata competizione.
In ogni caso, il mio consiglio è di variare nell’utilizzo degli hahstag, non utilizzando sempre i medesimi, così da raggiungere sempre nuovi potenziali follower.

#7. Interagisci, relaziona(ti)

Le interazioni con gli utenti sono fondamentali per coinvolgere e affezionare le persone, per incuriosirle, per invitarle a seguirti o a compiere qualsiasi altra azione, per instaurare con loro una relazione longeva e duratura.
Inoltre, quanto più un post è oggetto di interazione, tanto più sarà facile che compaia nel feed degli utenti o tra i contenuti consigliati.

Il consiglio in più?
Non limitarti alle interazioni sui tuoi post e contenuti, ma individua gli influencer del tuo settore e interagisci sia con loro sia con le persone che li seguono e che commentano i loro post. Questo ti aiuterà a renderti visibile, aumenterà i tuoi seguaci, ti permetterà di farti conoscere e di creare una rete di conoscenze su Instagram.


Per approfondire leggi:


#8. Analizza il tuo e gli altri profili Instagram

L’analisi è un processo fondamentale per migliorare, per scovare le aree di miglioramento della tua strategia, per trovare nuove idee, per comprendere i tuoi utenti e per capire in che modo soddisfarli, oltre che per valutare l’andamento delle campagne di marketing.
La fase di analisi, inoltre, è fondamentale anche per valutare quante e che tipo di interazioni sta ricevendo il tuo profilo Instagram e per individuare i profili Instagram e gli influencer di settore con cui ti conviene intrattenere relazioni.

C’è un tool molto utile per analizzare i profili Instagram. Si tratta di Ninjalitics, uno strumento che raccoglie i dati sia in formato tabellare sia in formato grafico e che ti consente di valutare:

  • il tasso di engagement medio, ovvero il rapporto tra le interazioni registrate dal post e il numero dei follower;
  • l’andamento del numero dei follower in un determinato intervallo temporale;
  • la crescita e la decrescita sia dei follower sia dei following in un determinato periodo e analizzata per ogni giorno compreso nell’intervallo;
  • la crescita e la decrescita sia dei follower sia dei following nella settimana o nel mese rispetto al periodo precedente;
  • la crescita media dei follower nell’ultima settimana;
  • i like e i commenti registrati dagli ultimi 12 post;
  • gli hashtag più utilizzati negli ultimi 12 post (tra questi non sono conteggiati quelli inclusi nei commenti).

Vuoi continuare a ricevere le mie guide?

Iscriviti ora alla mia newsletter-amica. Zero spam, zero rotture, tanti consigli. Una sola volta le mese.

Iscriviti alla newsletter!


#9. La comunicazione è efficace se è integrata

La comunicazione è realmente efficace solo se è integrata. Questo vuol dire che tutti i canali di promozione che utilizzi devono comunicare tra di loro, veicolando il medesimo messaggio e amplificandone notorietà e forza.

È molto utile, inoltre, promuovere il tuo profilo Instagram utilizzando tutte le tue comunicazioni ufficiali (bigliettini da visita, e-mail, newsletter, altri profili social, ecc.). la forza di un canali di comunicazione può aiutarti a rendere noto e potente anche un altro canale in cui ti racconti.

#10. Instagram Stories: come sfruttarle al meglio?

Probabilmente sono la funzionalità social più amata e seguita del momento, sono le Instagram Stories, contenuti che, una volta pubblicati nell’apposita sezione su Instagram, durano solo 24 ore. Dopo di che, ciao, scompaiono!
Perché le Instagram Stories piacciono così tanto?
Perché sono immediate e dirette, perché abbattono ulteriormente filtri e distanze tra le persone e tra i brand e le persone, perché consentono di far vedere quel che accade dietro le quinte con una semplicità e un’immediatezza che rendono tutto ancor più vero e reale. Già, le Instagram Stories sono percepite come vere e reali e proprio questo fa la differenza in un’epoca pervasa di messaggi promozionali costruiti.

E questa è un’ottima notizia per te. Le Instagram Stories sono un ottimo strumento di business.
Le Storie di Instagram sono dei contenuti che devi implementare nella tua strategia social perché ti permettono di godere di preziose opportunità:

  • favoriscono l’engagement, quindi il coinvolgimento delle persone;
  • favoriscono l’affezione degli utenti al brand;
  • ti permettono di conquistare la fiducia delle persone;
  • sono molto utili per consolidare la consapevolezza del tuo marchio;
  • sono un contenuto particolarmente adatto allo Storytelling aziendale;
  • sono un utilissimo strumento per portare traffico al tuo sito web, grazie alla possibilità di linkarlo direttamente e in modo che risulti cliccabile;
  • sono un potente strumento di vendita.

Quanto pubblicare sulle Instagram Stories? Dipende da te, da quel che hai da raccontare. Puoi postare anche tanti contenuti, quel che conta è che siano interessanti per i tuoi follower, che li incuriosiscano, che li invitino a partecipare. Attento, dunque, a non annoiare i tuoi utenti.

Cosa pubblicare su Instagram Stories? Beh, qui puoi davvero lasciare ampio spazio alla tua fantasia. Puoi postare uno sfondo con un testo, puoi pubblicare un video o una diretta, puoi postare una foto, utilizzare gli stickers, le GIF, il testo, la possibilità di inserire la musica, il tag di persone, la localizzazione dei luoghi, la possibilità da parte degli utenti di porti domande a cui potrai fornire risposte. E, ancora, puoi rendere le tue storie creative e coinvolgenti usando anche altri strumenti che Instagram ti mette a disposizione: Rewind, Boomerang, SuperZoom, Ritratto. Puoi anche caricare delle foto o dei video fatti in precedenza e, perché no, resi particolarmente attraenti grazie a bellissime grafiche che puoi creare ad hoc con strumenti di grafica.

Molto utili e apprezzate sono anche le dirette o Instagram Live Stories. Potrai utilizzarle per far vedere ai tuoi follower un evento in tempo reale o per interagire con loro con immediatezza e istantaneità, magari avviando una sessione di domande e di risposte. Partecipazione, è questo il segreto del successo delle Instagram Stories.

Ed ora ti segnalo, a titolo esemplificativo, un brand che utilizza le Instagram Stories in modo efficace.
Elisabetta Franchi, una nota stilista italiana, che trovo riesca a utilizzare sia il canale Instagram sia le Instagram Stories in modo molto efficace. I contenuti postati nel feed sono differenti rispetto a quelli postati nelle storie. I primi sono più professionali e curati, i secondi ben più spontanei.
Cosa fa Elisabetta Franchi? Racconta la vita all’interno della sua azienda, il backstage delle sfilate, i momenti della creazione degli abiti, lascia spazio alle testimonial, comunica le promozioni, invoglia in prima persona ad acquistare determinati capi, descrivendoli e raccontandoli a modo suo (utilizzando lo swipe up e linkando direttamente il suo sito web, che è un e-commerce). E poi racconta di lei, della sua famiglia, della sua vita personale, dell’amore per i cani (che è anche al centro delle sue attività comunicative di sensibilizzazione), si diverte e fa divertire, con spontaneità, inducendo anche a riflettere e incoraggiando tutte le donne a realizzarsi, proprio come ha fatto lei.

Ricapitolando, quali sono gli elementi del successo delle Instagram Stories di Elisabetta Franchi?

  • La trasparenza con cui racconta la vita nella sua azienda;
  • la possibilità di vedere in anteprima capi e collezioni;
  • l’opportunità di immergersi in prima persona dietro le quinte;
  • la verità con cui racconta la sua vita personale;
  • la capacità di coniugare momenti divertenti con momenti riflessivi e contenuti motivazionali;
  • la spontaneità priva di filtri.

Insomma, le Instagram Stories sono uno strumento eclettico e completo che, se ben utilizzato, possono favorire l’affezione alla marca, il suo ricordo e riconoscimento e possono incrementare concretamente le vendite.

#11. Instagram ADS, elemento prezioso per la tua strategia di promozione

Se il tuo obiettivo è quello di aumentare la notorietà di marca, di accrescere il numero dei clienti e di favorire le vendite, devi necessariamente affidarti a una campagna di marketing ben strutturata.
Quel che devi fare, dunque, è studiare le tue promozioni, pianificarle e monitorarle così da valutarne l’andamento e i risultati.

Il punto di partenza da cui cominciare è domandarti qual è l’obiettivo della tua campagna promozionale, capire chi sono le persone a cui vuoi rivolgerti e con quali contenuti puoi raggiungerle nel modo più efficace possibile, definire il budget che vuoi investire e costruire la tua campagna.

Quanto agli obiettivi, Instagram ADS ti consente di:

  • fare lead generation;
  • accrescere l’awareness del tuo brand;
  • stimolare l’interazione;
  • vendere i tuoi prodotti;
  • lanciare nuovi prodotti o servizi.

Come avviare una campagna di advertising su Instagram?
Puoi utilizzare il pulsante Promuovi situato sotto al post pubblicato o, e te lo consiglio, puoi utilizzare il Power Editor, collegando il tuo account Instagram alla tua pagina Facebook. Il Power Editor ti offre opportunità promozionali ben più ampie sia nella definizione degli obiettivi sia nella targetizzazione del pubblico di riferimento sia nella creazione del contenuto da sponsorizzare.

#12. Usa Instagram per indirizzare il traffico verso il tuo sito web

Un profilo Instagram aziendale può essere utilizzato in modo efficace anche per indirizzare e aumentare il traffico al tuo sito web. In che modo?
Le tattiche che puoi utilizzare sono differenti:

  • la prima cosa da fare è inserire il link del tuo sito web in bio;
  • anche se il link su Instagram non è cliccabile, puoi inserirlo nella didascalia dei tuoi post e, se fornisci una buona ragione alle persone, loro lo seguiranno;
  • puoi creare una promo ad hoc e sponsorizzarla rimandando le persone al tuo sito web per fruirne;
  • puoi utilizzare le Storie di Instagram e qui hai due preziose opportunità, che funzionano proprio perché le Storie godono oggi di credibilità e di fiducia in quanto percepite come vere. La prima cosa che puoi fare è invitare tu stesso le persone, magari con un video, a visitare il tuo sito web, a esplorare i tuoi prodotti, a conoscere quel nuovo servizio, a scoprire l’ultima imperdibile promo. La seconda tattica che puoi utilizzare è inserire nella tua storia il link diretto e cliccabile al sito web, ad una landing page, ad una specifica scheda prodotto;
  • puoi sfruttare l’Influencer Marketing. In questo caso devi selezionare gli influencer che più sono rilevanti e seguiti nel tuo settore e la cui identità e personalità è vicina e coerente con la tua (questo è un principio fondamentale). Dopo di che dovrai stabilire quanti post e storie (meglio se sponsorizzate) vuoi che pubblichi e di quale budget necessiti. L’Influencer Marketing, se ben pianificato e se attuato nel modo giusto, può riservare al tuo brand importanti vantaggi in termini di notorietà, di credibilità e di trasferimento di fiducia dall’influencer al tuo brand, per questo è fondamentale scegliere i collaboratori giusti.

#13. Usa Instagram per vendere

Tempo, oramai non vogliamo perder tempo, vogliamo tutto e subito, soprattutto se qualcosa ci interessa e ci piace. Ecco, anche i social network si sono adeguati a questa nostra esigenza di immediatezza e anche Instagram, figlio adottivo del lungimirante Mark Zuckerberg, non poteva non rispondere a tale necessità. Ed ecco che le notizie sono ottime proprio per i brand che hanno capito l’importanza di pianificare un’efficace strategia social per incrementare le vendite.

Come usare Instagram per vendere?
Ecco 3 utili ed efficaci tecniche:
• utilizza i Post Shoppable, che ti consentono di applicare il tag di un prodotto ad un post, sul quale comparirà un piccolo puntino bianco che, se cliccato dall’utente, farà apparire sull’immagine una piccola scheda prodotto con il nome, il costo e il link diretto al sito web per poterlo acquistare. Per attivare i Post Shoppable devi aver necessariamente trasformato il tuo account Instagram in un profilo business e devi avervi collegato la tua pagina Facebook. Questo passaggio è indispensabile perché per poter taggare un prodotto su Instagram devi averlo prima caricato nella tua Vetrina su Facebook e solo dopo potrai trovarlo anche nella sezione shopping del tuo account.
• Utilizza la funzionalità Expanding Shopping nelle Instagram Stories, che ti permette di taggare i prodotti presenti nelle tue storie e di rimandare direttamente all’e-commerce dove è possibile acquistarlo. L’utente dovrà solo toccare il tag dal colore personalizzabile.
• Puoi aumentare le tue vendite grazia al canale Shopping di Instagram Explore. La funzionalità Explore è stata organizzata in differenti canali tematici, che mostrano al singolo utente contenuti che possono essere di suo interesse specifico. Come si legge sul blog ufficiale di Instagram Business, con oltre 200 milioni di account Instagram che vi accedono ogni giorno,7 Esplora è uno strumento potente dove le persone possono approfondire attivamente i loro interessi. L’occasione, quindi, per brand e business è ghiotta!

Come costruire un buon profilo Instagram: la conclusione

Instagram è un social network sempre più efficace, che richiede una strategia di gestione e di promozione ad hoc, perché i vantaggi e i risultati che può assicurare ai brand e ai business sono sempre più importanti proprio grazie alle continue novità introdotte.
Tante le opportunità che Instagram riserva, ecco perché costruire un buon profilo Instagram è oggi per i brand un’occasione da non perdere.

Ora pongo una domanda a te. Come utilizzi Instagram per il tuo business? In che modo lo hai integrato nelle tue strategie di Social Media Marketing?
Raccontami la tua esperienza nei commenti! 

 

Hai bisogno di un Social Media Manager?

Vuoi gestire efficacemente il tuo profilo Instagram?
Contattami!

 

Condivisioni

Informazioni su Ludovica

Capello riccio un po’ selvaggio, nata con in mano una biro da battaglia più che con un’elegante stilo. Amo colorare con le parole vuoti spazi bianchi.

Rispondi

La tua mail non sarà pubblicataI campi richiesti sono contrassegnati *

*

code